Vela: il friulano Stefano Rizzi alla mitica Les voiles di Saint Tropez sulla Costa azzurra

MSA Magic Blu Rizzi Stefano 2017

MSA Magic Blu Rizzi Stefano 2017

A bordo di una barca messa a punto al Marina Sant’Andrea di San Giorgio di Nogaro

Non sarà alla Barcolana Stefano Rizzi. Il campione friulano, che nel suo palmares detiene successi e risultati di spicco alla Volvo Ocean Race, alla Withebread, al Giro del mondo per multiscafi con il record tuttora detenuto da ClubMed, al Giro d’Italia a vela, alla Barcolana, e molti altri risultati da primato, non ultimo il mondiale master con i Moth, i piccoli scafi alari monoposto, vinto di recente, sarà infatti impegnato a Saint Tropez per la mitica ‘Nioularge’. La regata ora denominata ‘Les Voiles di Saint Tropez’. Una sfida tra scafi da corsa e da crociera, antichi e moderni, nata dal confronto tra amici, tra uno Swan da crociera e una barca da regata, nel 1982. Il percorso, si sviluppa tra la spiaggia francese più alla moda situata tra la Costa azzurra e la

MSA les voiles di Sanit Trope

MSA les voiles di Sanit Trope

Provenza, la boa sui bassi fondali di Nioularge, al largo di Pamplona, e ritorno. Stefano, sarà in regata con Magic Blu, già Magic Carpet. Un Wally 94, lungo oltre 28 metri, che è stato messo a punto al Marina Sant’Andrea di San Giorgio di Nogaro (Ud). Struttura attrezzata per il rimessaggio, la riparazione, la messa a punto, l’ottimizzazione di imbarcazioni fino a oltre 30 metri di lunghezza. E che ospita Nautor’s Swan Adriatic, assieme al centro di assistenza per gli Swan per l’Adriatico e il Mediterraneo orientale. Realizzato sulle sponde del fiume Corno, il Marina è bagnato dalle acque dolci fluviali. E ciò consente alle imbarcazioni di sostare in acqua per tempi prolungati, con minori problemi di manutenzione e assistenza. ‘Les Voiles di Saint Tropez’, è nata da una sfida tra uno Swan 44 che stava rientrando da una edizione della Swan cup a Porto Cervo, e un armatore locale, con un 12 metri classe J. Negli anni è poi cresciuta, e dopo una sospensione di un’edizione, ha assunto il nome attuale: Le vele di Saint Tropez. Che sono davvero molte visto che alla manifestazione, anche quest’anno, parteciperanno oltre trecento imbarcazioni. Regalando ai frequentatori delle terre rivierasche un colpo d’occhio incantevole, con le centinaia di vele in mare, e assicurando ancor più suggestione alla Costa azzurra.

Carlo Morandini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *