Moscardini con polenta

TREDICESIMO CONCORRENTE: ‘MOSCARDINI CON POLENTA’ (LIGNANO SABBIADORO-UD)

UN SECONDO GUSTOSO DALLA TRADIZIONE LOCALE
Tredicesimo concorrente del 2.Concorso Un Piatto e Un Vino per l’Estate 2014 della Riviera Friulana: ‘Moscardini con polenta’. A proporlo il Ristorante ‘Al Bancut’ di Lignano Sabbiadoro (UD). Si tratta del piatto della tradizione dell’area, il latisanese, ricordato negli antichi scritti delle famiglie nobiliari del retroterra. Come le nobili delle famiglie Keckler e De Asarta, che a Fraforeano ospitarono negli anni ’60 lo scrittore americano Ernest Hemingway. Al Bancut è un’icona della cucina di pesce e dell’ambiente marinaresco, che anche nella nuova e più elegante location, in Via Latisana, ha saputo incontrare il gradimento di gourmet, degustatori, curiosi del gusto, e turisti, soprattutto stranieri. E appassionati del mare e del diporto nautico, in particolare della vela. Il titolare infatti, Arnaldo Anastasia, uno dei primi sostenitori dell’idea rivierasca, è un grande appassionato dello sport eolico e della marineria. E’ stato protagonista di crociere, e di regate, e ha saputo trasmettere al figlio Edoardo la grande passione che lo ha portato a divenire un affermato protagonista di imbarcazioni a vela e a motore. E che ora è attivo in Nuova Zelanda. L’arrivo nel ristorante di Arnaldo Anastasia è reso ancor più gradevole la sera, grazie all’allestimento di ispirazione alpina, con luci e candele che si richiamano alla tradizione austriaca. All’ingresso, alcuni elementi d’arredo richiamano la marineria, e le imprese della vela lignanese. L’interno, con il pavimento in teak nautico, è sovrastato da un grande planisfero storico dipinto sul soffitto. Arredi, quadri, fotografie, guidoncini, ma anche modelli di velieri, concorrono a creare l’atmosfera marinara che si respira anche a tavola. O al suggestivo bar, come nei gazebo in giardino. La cucina è curata dello chef, Giuseppe Larghi, di origini comasche, che da anni è attivo nella ristorazione di pregio della Riviera Friulana. Larghi è riuscito a trovare l’equilibrio tra le ricette nostrane, i sapori dell’area e le attese della clientela. Sostenitore, come Anastasia, del ‘tutto fatto in casa’, propone anche il pane e la pasticceria. Quali complementi a un menù che segue l’andamento delle stagioni. Come ricorda Anastasia, in questi giorni sono in arrivo i piatti con la zucca, il tartufo, i funghi, per esempio nel risotto con i gamberi o sull’ombrina, le barbabietole rosse di Chioggia, quelle dal colore variegato che sono le più gustose. Ma l’autunno è anche il periodo delle cappelunghe. I moscardini con la polenta sono serviti con l’olio extravergine d’oliva Ferigo di Sedilis (UD), e abbinate alla Malvasia 2013 DOC Collio le vigne del ribel, di Picech, Cormons (GO).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *