TERRITORIO: PRESENTAZIONE DEL PROGETTO INTEREGG ITALIA AUSTRIA 2014-2020 “WALKART FVG”

Il cammino celeste a piedi dal Monte Lussari a Aquileia

Il cammino celeste a piedi dal Monte Lussari a Aquileia

AUDITORIUM ALLA FRATTA SAN DANIELE DEL FRIULI il 17-18-19 marzo 2017

“Le diversità sono le nostre ricchezze!”

Si è voluto evidenziare la ricchezza insita proposto dal turismo ‘slow’, il turismo lento. Attento e consapevole delle bellezze che della ricchezza del territorio.

L’ apertura della seconda giornata degli Stati generali dei Cammini,  tra Italia e Austria alla riscoperta delle antiche vie di pellegrinaggio fra i due stati per proporle al turismo moderno

La presentazione del progetto Interreg Italia-Austria ‘WalkArfFVG’ 2014-2020  che intende porre le basi per la valorizzazione dei sentieri della fede
Valorizzazione  che corrisponde a un importante arricchimento dell’offerta turistica delle nostre terre.

Valorizzare le diversità  significa perseguire i contenuti di un concetto apparentemente elementare, ma difficile da consolidare e concretizzare in un mondo, qual è quello attuale, improntato sulla globalizzazione.

“Il nostro FVG  per fortuna è una Regione che ha mantenuto uno stile di vita ‘slow’, attento alle proprie ricchezze, e questo diventa, oggi, un valore aggiunto, un vantaggio oggettivo; del quale occorre però essere consapevoli”.

Dobbiamo riscoprire le nicchie di offerta , anche quelle più riporte e  periferiche, e farle diventare uno strumento  di turismo; un turismo che a sua volta non deve essere di nicchia, ma poter essere praticato da tutti, al fine di divenire una risorsa economica.

“La Carta europea  del turismo responsabile e ecosostenibile va oltre il turismo di massa,  perché mira a sostenere la peculiarità dei piccoli territori, che racchiudono le tradizioni della nostra terra  e mostrare alle persone la nostra storia”.
“Che è ciò che stanno facendo le nostre pro loco, le quali, in  un progetto come questo dovranno essere coinvolte in quanto a stretto contatto con il territorio e avendo già realizzato progetti di rete anche su tematiche che possono essere affini a quelle dei cammini di pellegrinaggio”.
Nel FVG, , ci sono infatti molte vie di pellegrinaggio religioso. Si tratta di sentieri, spesso  tutt’ora praticati, ma poco conosciuti.

Per questo, la Comunità collinare del Friuli, assieme alla Regione e al Land della Carinzia, ha messo in atto il progetto ‘WalkArtFVG’, che mira ad approfondire l’arte del cammino, spiegandola quale valenza turistica.

A parlarne, dopo l’introduzione di Fabio Spitaleri, della Comunità collinare, sono stati Marco Tullio Petrangelo, direttore di Promoturismo FVG, soffermatosi sulla promozione turistica e il turismo lento, Adnreas Duller, della Carinzia, il quale ha parlato della promozione turistica transfrontaliera, e Danilo Lunardelli, della Regione Veneto,  il quale ha trattato della collaborazione tra Veneto e Friuli Venezia Giulia.

Nel pomeriggio, a San Tommaso di Majano, nell’Hospitale di San Giovanni si è parlato di ‘Cammini, paesaggio e mobilità’.

Ida Donati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *