IL GEMELLAGGIO CALCISTICO TRA LE CITTA’DI LIGNANO E REGENSBURG

IMG-20171102-WA0000Una bella esperienza, quella che hanno vissuto i ragazzi della categoria Esordienti del Lignano Calcio, con la loro prima trasferta internazionale.

Hanno infatti giocato in Germania, a Regensburg, l’antica Ratisbona.

Città natale di papa Razinger e del campione del mondo dei rallies Walter Rhorl.

Ma città vocata all’arte, alla cultura, al calcio. Il torneo al quale hanno preso parte è giunto alla terza edizione, nato dal gemellaggio sportivo di un affezionato ospite di Lignano Sabbiadoro, che da anni frequenta la struttura alberghiera di uno degli appassionati delle giovanili del Lignano calcio.

IMG-20171102-WA0016Uniti entrambi anche dalla passione che i loro figli, coetanei, nutrono per il gioco del pallone. è così nato un evento che ha già avuto il ‘girone di ritorno’ in FRIULI VENEZIA GIULIA lo scorso anno, con la collaborazione dell’Udinese Calcio, e l’ospitalità dei piccoli calciatori tedeschi e delle loro famiglie a Lignano. Stavolta, guidati dai rispettivi mister, RENATO Gregoratti e SANDRO Carmisin, gli esordienti del Lignano classe 2005 e 2006 hanno fatto la trasferta nella città attraversata dal Danubio.

Assieme a diversi fan, genitori e parenti che li hanno sostenuti in questa nuova ed entusiasmante esperienza. Sul campo di calcio di Ratisbona, dello Sv Jahn Regensburg, i ragazzi hanno messo in movimento tutta la loro passione e l’agonismo protagonisti di una nuova e gratificante avventura.

Non solo, ma ospiti di alcuni dei loro coetanei avversari, hanno potuto apprezzare e conoscere la vita quotidiana, le abitudini, la lingua degli amici tedeschi.

Una gran bella esperienza, quindi, che ha comunque impegnato i dirigenti lignanesi, in particolare Enrico Guerin . In quanto, anche per le trasferte dei più piccoli, sono necessari il nulla osta della Federcalcio, e permessi vari, così come se si trattasse di piccoli Messi, o Bonucci, o Zoff.

Il commento finale dei protagonisti: si rifà il prossimo anno?

I. Donati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *