40.edizione degli Interautostradali di ciclismo a Tortoreto in Abruzzo dal 18 al 25 maggio

I partecipanti del 2018Oltre un centinaio di ciclisti tra i dipendenti delle autostrade italiane in gara per il titolo tricolore

I ciclisti delle società concessionarie delle autostrade italiane stanno già scaldando i pedali per prepararsi al quarantennale degli Interautostradali di ciclismo, il Campionato italiano dei dipendenti delle autostrade. In programma in Abruzzo, a Tortoreto, dal 18 al 25 maggio. A coordinare  il Comitato organizzatore è Luca Morandini di Autovie Venete. Mentre la parte logistica sarà curata come sempre dallo staff di cronometristi di Arcadia, Presieduto da Oscar Dragoni, mentre le gare saranno organizzate dall’UIS-Comitato di Pescare, in particolare da Umberto Capozucco con il patrocinio del comune di Tortoreto.

Dopo l’edizione di Rodi Garganico, del 2018, anche quest’anno, a Tortoreto, sono in programma cinque prove, che saranno disputate in quest’ordine:

cicloturistica alla ‘francese’ e crono a squadre nella stessa giornata,

mountain bike-cross country, corsa in linea, cronometro individuale.

Un evento nel quale, in un clima di amicizia e collaborazione, un centinaio di appassionati del pedale, tra i quali anche atleti agonisti, sempre a livello dilettantistico, sapranno mettere in evidenza doti sportive e capacità tecniche che hanno fatto sì che questo appuntamento si rinnovi da quarant’anni.

Tutto questo, cogliendo l’occasione per conoscere e scoprire, di volta in volta, territori nuovi e affascinanti.

Che visti dalla bicicletta, come dalla parte degli spettatori, numerosi sono infatti ogni anno anche gli accompagnatori, rappresentano uno degli elementi attrattivi della manifestazione.

E sono uno dei motivi del successo del ciclismo sulle strade e sui percorsi italiani.

Oltre che a Peschici, all’Isola d’Elba, a Imola, a Rodi Garganico, gli Interautostradali di ciclismo si sono svolti tra l’altro a Marina di Ascea, Celle ligure, Orosei, San Vincenzo, Vieste, Grottammare, Paestum, Montesilvano.

Nella scorsa edizione, sul Gargano in Puglia, Diego Rubini aveva conquistato per l’ottava volta il titolo tricolore. Era reduce da una buona prestazione ai mondiali di ciclismo master. Mentre sia il tricolore nella Mtb, che nella classifica ‘prestigioso’, che considera il miglior rendimento in tutte le prove del Campionato, si era imposto Giovanni Trainotti, dell’Autostrada del Brennero. Sodalizio, al quale era andato il titolo tricolore.

L’Ufficio stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *